Da Rimini a Dakar 27 anni dopo, la storia.



La storia del progetto "Da Rimini a Dakar 27 anni" dall'dea "pazza" alla concretizzazione del sogno di Maurizio Trovanelli.

La raccolta dei post della pagina Facebook "Da Rimini a Dakar 27 anni dopo" 
 
In onore di Aldo Trovanelli e Massimo Montebelli, a favore di Bimbingamba.
Un’avventura fuori dal tempo, attraverso Marocco, Mauritania e Senegal 
 
La storia:
Aldo Trovanelli, della polizia municipale di Rimini, i suoi figli Stefano e Maurizio poco più che ventenni e Massimo Montebelli, divenuto in seguito un pilota di rally Africani e conosciutissimo preparatore di moto da Rally, partono da Rimini in sella a 4 moto Honda XL in totale autonomia per raggiungere Dakar su piste e deserti attraverso Tunisia, Algeria, Mali, Mauritania ed infine il Senegal.
Un’avventura in angoli di Africa che sarebbero diventati con il tempo sempre più inospitali fino a diventare oggi proibiti e martoriati da guerre infami.
Papà Aldo ha trasmesso ai suoi figli e a Massimo il suo mal d’Africa; Massimo Montebelli è poi diventato un grande pilota e preparatore di moto da Rally, Maurizio l’anno seguente la grande avventura subisce un grave incidente che gli costa l’amputazione della gamba destra ed è costretto ad abbandonare la moto, seguito dal fratello.
Dovranno passare 15 anni senza moto e senza Africa e la scomparsa di Papà Aldo, quando nel 2001 Stefano conosce un altro malato di Africa, Mirco Bettini, che riaccende quella passione che Papà Aldo gli aveva donato e che credevano ormai spenta. Si ricomincia a viaggiare in Africa e presto anche Maurizio che non si è mai arreso ad una vita da portatore di Handicap ritorna in sella per dare lezioni di guida e di vita.
 
Tunisia, Libia, Algeria e Marocco; Oltre 20 spedizioni in ogni angolo di questi paesi; ogni volta a riassaporare il piacere di stare insieme sotto un tetto di stelle in mezzo al nulla.
 
Nella primavera del 2012 ci lascia improvvisamente Massimo ed inizia a frullare per la testa di Maurizio un’idea: “Facciamo onore al Babbo che ci ha trasmesso la passione e a Massimo che ci ha sempre preparato delle fantastiche moto: torniamo a Dakar e facciamolo per raccogliere fondi per Bimbingamba l’Associazione che si occupa di protesi per i bambini a cui sono molto legato”...... Leggi tutto



Allegati:
Raccolta post dalla pagina Facebook